Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare la tua esperienza di navigazione e inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Per approfondire o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca  qui. Continuando con la navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

Una convention per progettare il futuro

Dopo aver chiuso i primi nove mesi dell’anno con un risultato positivo delle vendite Toshiba , durante la Convention a Malta, ha presentato, alla sua forza vendita, il piano strategico 2019. Un ambizioso obiettivo di crescita anche per il prossimo anno, quello spiegato dai manager dell’azienda Toshiba, che punta sul binomio eccellenza tecnologica e servizi di qualità per continuare a crescere.

Ai risultati positivi di questo anno hanno contribuito  sicuramente i fattori climatici, quale l’ondata di calore nel nord Europa, ma anche la rinnovata offerta commerciale che Toshiba ha presentato a inizio 2018 con il lancio delle gamme di prodotti con tecnologia NatuR32 nel residenziale e nel light commercial, oltre all’espansione della famiglia Estìa per riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria e i moduli idronici per VRF.

E per il prossimo anno non mancheranno le novità nel residenziale con l’arrivo di nuove modelli  e nuove tecnologie WIFI con App dedicate in ambito residenziale e commerciale; il trade poi godrà di attenzioni sempre crescenti con numerose iniziative: corsi di formazione, attività B2B , campagne promozionali . Nel piano  spazio ai Toshiba Partner Club: per loro sono previste una serie di servizi dedicati con l’obiettivo di rafforzare la relazione e la fiducia verso l’azienda e portare sul mercato un’offerta completa e competitiva.

 

Durante le intense giornate di lavoro non sono mancati momenti di svago , come la bella visita alla città  La Valletta – Capitale della Cultura europea 2018 – con la cattedrale di San Giovanni, dove si trovano delle opere del Caravaggio, oltre ad immergersi nella storia dei Cavalieri di Malta. Al rinnovato urbano della città ha contribuito con un progetto, nel 2014, l’architetto Renzo Piano con, in evidenza, il nuovo City Gate e gli edifici del Parlamento.