21 Apr

Risparmio energetico: 5 mosse vincenti

Il tema del risparmio energetico è sempre più strettamente connesso a quello del rispetto per l’ambiente: un uso consapevole delle risorse naturali e un cambiamento delle proprie abitudini di consumo sono un primo passo verso la riduzione degli sprechi e la promozione di uno sviluppo sostenibile. Adottando alcuni semplici accorgimenti, ognuno di noi può contribuire al risparmio energetico: scopriamo insieme come.

Non lasciare i dispositivi elettronici in stand-by

In pochi sanno che una non trascurabile percentuale del consumo totale di elettricità a livello globale è dovuta ai “carichi fantasma”, ovvero ai dispositivi che rimangono connessi in stand-by alla rete elettrica: sembrano spenti ma in realtà continuano a consumare energia seppur in piccole quantità. La maggior parte di noi ha svariati dispositivi elettronici, pertanto è bene ricordarsi ogni sera di disconnetterli, magari raggruppandoli con una presa multipla per risparmiare tempo.

Investi in elettrodomestici di classe A+ o superiore

Gli elettrodomestici di classe energetica elevata hanno un basso consumo e possono ridurre notevolmente il numero di watt necessari al funzionamento. Sebbene questi modelli abbiano certamente un costo più elevato rispetto a quelli di classe inferiore, offrono un notevole risparmio nel lungo periodo. Toshiba propone una vasta gamma di climatizzatori di classe energetica fino alla A+++, dall’alta affidabilità e dal design moderno.

Sostituisci le vecchie lampadine con quelle a basso consumo

Una delle strategie più semplici da mettere in atto per il risparmio energetico è la sostituzione delle vecchie lampadine tradizionali a incandescenza che molti ancora hanno in casa o anche le alogene, con le nuove lampadine a LED a risparmio energetico. Infatti, con l'utilizzo delle lampadine a LED si risparmia fino al 90% di energia elettrica, e con una durata nel tempo superiore.

Sostituisci il tuo impianto di climatizzazione con uno a pompa di calore

Per avere un ambiente confortevole tutto l’anno ed un reale risparmio energetico, è indispensabile scegliere l’impianto giusto per il riscaldamento/raffrescamento. La soluzione ideale è sicuramente la pompa di calore, che funziona sia in raffrescamento che in riscaldamento e che utilizza in gran parte energia rinnovabile proveniente dall’ambiente esterno e in piccola parte energia elettrica, permettendo una notevole riduzione dei consumi e un basso impatto ambientale. 

La pompa di calore Toshiba ESTIA R32 rappresenta la soluzione migliore, in quanto si avvale di gas refrigerante R32 a basso potenziale di riscaldamento, garantendo la migliore tecnologia ed efficienza energetica con la massima attenzione all’ambiente. 

Valuta attentamente la posizione del climatizzatore

Un aspetto fondamentale da considerare è la posizione delle unità del climatizzatore, sia quella esterna che quella interna. Infatti, un’unità installata in una posizione inadeguata può comportare diversi problemi, dal rendimento ridotto con consumi energetici eccessivi, a livelli di comfort inadeguati. È importante soprattutto non coprire le unità interne con eventuali tendaggi o mobili che fungono da barriere, riducendo l'efficacia del dispositivo e aumentando i costi di utilizzo. 

Scegli il sistema di climatizzazione efficiente più adatto alle tue necessità sul nostro sito: www.toshibaclima.it 

Articoli correlati

immagine articolo

Come la pompa di calore può integrare il vecchio impianto di riscaldamento

Nella maggior parte delle situazioni, l’applicazione di pompe di calore elettriche ad alte prestazioni in sostituzione di sistemi di riscaldamento funzionanti a metano, gasolio o gpl è possibile e conveniente. Lo dimostrano numerosi casi di successo, in cui edifici degli anni ‘80 e ‘90 sono stati trasformati in strutture ad alta efficienza energetica mantenendo l’impianto tradizionale di distibuzione del calore.

Pubblicato il4 Nov
immagine articolo

Il climatizzatore può essere un complemento d'arredo?

Come forse sai già, sono tanti i fattori da considerare nella scelta di un climatizzatore: la classe energetica, la potenza di riscaldamento e raffrescamento, la tecnologia e - non ultimo - il suo impatto sull’estetica degli ambienti.

Pubblicato il19 Ott
immagine articolo

Scelta del climatizzatore: cosa valutare?

Con temperature sempre più rigide, è importante valutare i modi migliori per proteggersi dal freddo, in particolar modo se in casa sono presenti bambini e anziani. Il climatizzatore è un acquisto importante, perciò è utile informarsi con anticipo sui diversi modelli per capire quale possa rispondere meglio alle proprie necessità. Se anche tu intendi acquistare un climatizzatore e non sai quale modello scegliere, ti suggeriamo alcuni criteri fondamentali per trovare quello più adatto, che offra alte prestazioni e ti permetta di risparmiare.

Pubblicato il14 Ott

Iscriviti al primo corso online dedicato ai professionisti della climatizzazione.
Ti avviseremo appena il corso sarà pubblicato.